RAID-1 software? meglio Mosche e Zanzare!

Sedetevi perché questa è lunga. 🙂

Un cliente (se qualcuno se lo chiede… si è il “solito”) si è deciso ad implementare il RAID-1 sul suo server Linux.

Il RAID-1 è un sistema che permette di collegare due HDD identici e scrivere contemporaneamente gli stessi dati su entrambi i dischi. Se si rompe uno non si perdono i dati. Occorre precisare che avere il RAID-1 non solleva dall’eseguire con regolarità i BackUP.

Come Server attualmente ha un normale PC con un Intel Pentium Dual Core… che nel 2008 era già obsoleto. Come nuovo server vorrebbe usare un Lenovo Tinkcenter forse poco più recente, con CPU Intel Celeron Dual Core.

L’unica notizia positiva è l’utilizzo di Linux come Server, nello specifico CentOS 6.

Questo cliente ha sempre moltissima fretta… voleva fare tutto sabato scorso. Gli dico ovviamente No, e chiedo se ha già i dischi.

“No, li devo prendere”.

Gli rispondo: “Ok, se sa cosa prendere, prenda il tutto e poi ci sentiamo mercoledì” (tralascio la trattativa fatta per spiegare che lunedì e martedì avevo altri impegni).

Mercoledì sono pronto e mi faccio trovare nel suo negozio. Gli chiedo se ha preso tutto e dice “Si ho preso i dischi”.

Io: E i cavetti li ha presi?

Lui: Cavetti?… pensavo ci fossero nel Computer

Io: No, ne servono altri per mettere le nuove periferiche.

Controllo il PC (non occorre smontarlo perché è sempre aperto) e stabilisco che servono sia i cavi Dati SATA che i cavi di Alimentazione SATA. Io al momento sono sprovvisto di questi cavetti avendoli terminati.

Lo accompagno in giro fra i vari “Ipermercati dell’informatica” di Sassari perdendo di fatto la mattinata. Alla fine troviamo i cavi Dati SATA da Mediaworld a 16,99 € l’uno (alla commessa volevo dire di salutarmi il “Grande Nagus”, ma non avrebbe capito… io quei cavetti li pago poco meno di 1 € + iva dal mio fornitore). Da Unieuro troviamo i cavi di Alimentazione, ma sono sbagliati…da SATA a MOLEX ma a noi servivano il contrario (e dalla busta non si vedevano). Almeno il prezzo è più onesto poco più di 4 € l’uno.

Torniamo nel negozio del cliente. Io trovo un cavo Dati nella mia valigetta e ci arrangiamo così. Chiedo dove sono i dischi? Mi indica Due Dischi Fissi Esterni USB 3.0 da 2,5″. Servivano Due Dischi Fissi Interni SATA da 3,5″. E quei dischi non erano nemmeno di quelli che smontando il box potevi collegare al SATA dato che hanno la connessione diretta USB 3.0

Usciamo di nuovo a cambiare i dischi e cercarne di altri. Per fortuna gli rimborsano i soldi… ma non si trovano HDD Interni (cosa che io ovviamente sapevo ma Lui insisteva che li trovava).

Gli dico che, dato che devo fare un ordine, posso ordinarli io e che sarebbero arrivati l’indomani se li ordinavo entro le 16. e che l’avrei chiamato Prima delle 16 con i prezzi per avere la conferma. Lo chiamo ma non risponde… dopo innumerevoli tentativi ho io faccio il mio ordine SENZA i dischi. Mi chiama intorno alle 19 chiedendomi se li avevo ordinati. 😦 Ovviamente no… avevo diverse soluzioni, da HDD normali (che non consigliavo) ad HDD ideali per i RAID ma che costavano di più. Gli dico di farsi un giro in città per trovarli in qualche negozio. Alla fine mi manda un messaggio alle 22 di ordinare i due da 1 GB per il Raid (Western Digital serie RED).

L’indomani ordino, il giorno dopo ancora ho i dischi e il pomeriggio vado ad installarli. Il cliente dice che mi raggiunge intorno alle 16.30. Intanto vedo un altra sorpresa della scheda madre… ha solo 3 attacchi SATA, quindi non è possibile fare una operazione che vuole il cliente, a meno che non si voglia rinunciare al Lettore DVD. Non solo. La scheda non supporta il RAID-1, (noto anche come “FAKE-RAID”, ovvero finto RAID). Lo so, il RAID si fa con una scheda aggiuntiva dedicata, ma il cliente non ne vuole sapere.

Fortunatamente CentOS, nella procedura di installazione ha la possibilità di configurare un RAID Software, che è però come un FAKE-RAID solo che è gestito totalmente dalla CPU, per cui meno sicuro e inciderà molto sulle prestazione, anche considerando che la CPU è un Celeron.

Stacco il vecchio disco (anche li c’era CentOS ma era usato come client), installo i dischi e quindi il sistema operativo. Tutto OK, funzionante… ora non resta che configurarlo, ma a quello ci penserà il cliente… che però non vedo arrivare per le 16.30… e si fa sentire alle 18.45 quando sono già andato via per andare da un altro cliente.

Mi richiama intorno alle 20 per dirmi che quello che ho fatto non era quello che voleva lui. Lui voleva il vecchio disco con CentOS e i due dischi RAID-1 per i dati. Ma mica l’ha spiegato questa cosa. Oltretutto non ha neppure tanto senso anche perché il problema non erano i dati, di cui faceva già il BackUP ma avere la copia del sistema operativo sempre funzionante. Chiude accordandoci per l’indomani mattina sarei passato da lui in Negozio.

Mi richiama poco dopo :-\ con una delle cose più assurde dimostrando di NON aver capito nulla tra dischi, partizioni e RAID… ed è uno che cmq qualcosa ci capisce. Le partizioni che ho creato sono: “/ (root)”, “Swap” e “/home”. Lui ha creato un file in “/” e dato che non lo trovava in “/home” per lui il RAID-1 non stava funzionando. Ho cercato di spiegargli che le partizioni hanno un corrispondente sui due dischi e che non può vederli direttamente. Chiude accordandoci Nuovamente per l’indomani mattina sarei passato da lui in Negozio.

L’indomani mattina, ovvero oggi, come non lo avete visto voi, non l’ho visto neppure io. Neppure una chiamata o un messaggio che ha avuto un contrattempo. Me ne vado. Mi chiama alle 13 e vuole che passi di pomeriggio. E no ho detto, “è sabato e sto facendo altro. Ci sentiamo forse lunedì”. Inutile dire che mi ha richiamato nuovamente alle 19 e 30, per dirmi che il PC era più veloce della precedente installazione e che però voleva capire come vedere il RAID e verificare se i dati scritti su un disco sono scritti anche sull’aAltro. Ho risposto che non so come verificarlo. Che io NON avrei mai fatto un RAID in quel modo perché non è sicuro e che avrei usato una scheda aggiuntiva.

Chiude accordandoci per Lunedì. Ma per ogni evenienza domani (domenica) metto il blocco delle chiamate fino a lunedì. 🙂

 

Annunci

Sono un Tecnico Informatico, ho un piccolo laboratorio dove faccio assistenza e assemblo computer. "Cose informatiche" insomma, del tutto normali. Ma a volte capitano delle storie che normali non sono. Questo Blog serve per sdrammatizzare, riderci un po su. :-)

Tagged with: , , ,
Pubblicato su Storie
One comment on “RAID-1 software? meglio Mosche e Zanzare!
  1. Theodore ha detto:

    So’ cose complicate, ma magari riuscivi a spiegargli cosa cercare in mdadm… Ti verrà buono sapere come funziona mdadm la prossima volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fine supporto Windows Vista SP2
Tempo rimasto per il Supporto a Windows Vista SP211 aprile 2017

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 398 follower

Statistiche del Blog
  • 13,038 hits
Calendario Post
maggio: 2014
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: